IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-12-29
Due ruote e 5000 passi: far palestra in città, anche in inverno
Roma, 29 dicembre 2016 - Come rimanere in forma durante la brutta stagione, senza sottoporsi per forza a dure sessioni di fitness? La risposta è semplice: camminare. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è sufficiente compiere 5000 passi al giorno per tenere allenato il fisico e allontanare i rischi per la salute, correlati alla sedentarietà. Esistono due tipi base di andatura: lo stile lento e la camminata veloce. Nel primo caso, si consiglia di fare passi a ritmo sostenuto costante, muovere le braccia avanti e indietro, agevolando l’avanzata con i gomiti piegati a 90°. La camminata veloce, invece, consiste nell’allungare il passo: richiede per questo, un maggior controllo della postura, schiena eretta, il movimento sincronizzato di gambe, glutei e addominali. Anche alternare la camminata con l’uso della bici, è un ottimo modo per restare in forma in città. I benefici di una pedalata sono molteplici. Il primo a giovarne è il cuore. Grazie all’attività costante, garantita dalla due ruote, il muscolo cardiaco diventa più forte e resiste alla fatica con minor sforzo. Quindi, frequenza cardiaca e pressione diminuiscono. Sfrecciare in strada poi tonifica polpacci, glutei e muscoli lombari. Una palestra su due ruote che preserva anche le articolazioni. Oltre il 50% del peso corporeo si scarica, infatti, sulla sella, senza stressare troppo ginocchia, femore e caviglie.