IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-10-25
Mattarella: “Bene il fondo nazionale per farmaci innovativi”
Roma, 25 ottobre 2016 - “E’ necessario contrastare scelte causate soltanto da ignoranza che portano a negare a figli o altri familiari cure indispensabili, affidandosi a guaritori o a tecniche di cui è dimostrata scientificamente l'inutilità”. E’ questo il monito del Capo dello Stato Sergio Pecorelli, lanciato ieri in occasione della celebrazione al Quirinale della Giornata Nazionale per la ricerca contro il cancro. Il Presidente Repubblica ha poi ricordato che “sui costi dei nuovi farmaci, esami diagnostici e terapie, le Istituzioni sono sfidate a garantire il diritto universale alla salute. Perciò “va apprezzata la scelta, annunciata dal Governo, di destinare un Fondo ai farmaci innovativi per la cura del cancro”. Mattarella ha poi messo in risalto “il ruolo di grande rilievo che ha l'informazione. Notizie infondate o campagne di indicazioni sbagliate possono provocare comportamenti gravi e condizionare la vita di persone sofferenti”. A proposito di farmaci ed esami diagnostici, Mattarella ha sottolineato la necessità di “monitorare un mercato difficile, influenzato da imprese transnazionaliche, se contribuiscono in modo positivo alle attività di ricerca vanno sollecitate a condividere la responsabilità della comunità internazionale per la salute nel ventunesimo secolo, superando la contrapposizione tra diritti di proprietà intellettuale e diritti umani”.