IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-09-12
Europei sempre più scettici sui vaccini, il 12% non li considera sicuri
Roma, 12 settembre 2016 – Nel Vecchio Continente cresce la diffidenza sui vaccini. I più scettici in assoluto sono i francesi, il 41% dei quali li ritiene non sicuri. E’ quanto sostiene una indagine su scala globale condotta da esperti del Vaccine Confidence Project presso la London School of Hygiene & Tropical Medicine, insieme con colleghi dell'Imperial College di Londra e della National University of Singapore. L'indagine ha coinvolto 66.000 persone in 67 paesi, intervistati su come considerano i vaccini, se importanti, sicuri, efficaci e compatibili con la loro fede religiosa. Nella top ten degli scettici si collocano vari altri stati europei oltre la Francia: Bosnia e Erzegovina, Russia, Ucraina, Grecia, Armenia, Slovenia. Secondo quanto riferito sulla rivista EBioMedicine, a livello globale vi è mediamente un 12% di individui scettici circa la sicurezza dei vaccini, una 'posizione sconsiderata' che alimenta i non pochi casi di focolai di malattie prevenibili col vaccino come il morbillo, sottolineano gli autori dell'indagine.