IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-08-30
Tumore della prostata, ancora in calo le diagnosi precoci
Roma, 30 agosto 2016 - La riduzione delle diagnosi di carcinoma prostatico in fase precoce continua anche nel 2013. E’ quanto sostiene una lettera di ricerca pubblicata su Jama Oncology, il cui primo autore è Ahmedin Jemal, del Surveillance and Health Services Research della American Cancer Society di Atlanta (USA). “Lo studio si basa sui dati di incidenza del cancro alla prostata invasivo diagnosticato dal 2005 al 2013 in uomini di 50 anni e più in 18 registri del programma Surveillance, Epidemiology, and End Results (Seer), che copre circa il 28% della popolazione statunitense» spiega il ricercatore, ricordando che nel 2008 un documento dell'U.S. Preventive Services Task Force sconsigliava l'uso routinario del test dell'antigene prostatico specifico (PSA) negli uomini di 75 anni e più anziani, ampliando la raccomandazione ai maschi di tutte le età nel 2012. E secondo i dati analizzati da Jemal e colleghi, dal 2012 al 2013 l'incidenza di cancro alla prostata in situ o loco-regionale è scesa del 6% tra gli uomini di età compresa tra 50 e 74 anni e del 7% nei più anziani. “Riduzioni significative, ma al di sotto rispetto al calo del 19% osservato tra il 2011 e il 2012 - osservano i ricercatori -, precisando che la diminuzione delle diagnosi di cancro coincide con una riduzione del numero di test PSA”.