IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-07-13
Dieta ipocalorica rafforza le difese immunitarie contro il cancro
Roma, 13 luglio 2016 – Seguire una dieta molto povera di calorie aiuta a contrastare il cancro. Questo genere di alimentazione rende più forte l’azione delle nostre difese immunitarie contro il tumore. E’ quanto rivela una ricerca condotta su dei topolini malati e condotta dall’italiano Valter Longo dell'Università della California Meridionale. Da molti anni lo scienziato californiano studia una dieta "mima-digiuno" contro diverse malattie e contro l'invecchiamento. Longo spiega che uno studio clinico pilota su 18 pazienti sotto chemioterapia, pubblicato sulla rivista BMC Cancer, dimostra che "il digiuno prolungato, insieme alla chemio, è sicuro per i pazienti". Si tratta ovviamente di risultati preliminari, sottolinea, che devono essere confermati in studi clinici più vasti. Nella ricerca sui topolini, si vede per la prima volta che pochi giorni di digiuno o di dieta molto stretta sono sufficienti ad attivare il sistema immunitario degli animali contro il tumore. Contemporaneamente il digiuno rende più vulnerabili le cellule tumorali. “Considerando che l'immunoterapia è l'intervento anti-cancro al momento più promettente - spiega Longo - ma anche più costoso, questa nuova scoperta ha il potenziale di accompagnare l'immunoterapia con un intervento low cost basato proprio su una dieta ad hoc, che stimoli il sistema immunitario del paziente”.