IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-05-26
Spesa farmaceutica 2015: tra ospedaliera e territoriale superati i 18 miliardi
Roma, 26 maggio 2016 – L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha concluso il monitoraggio della spesa farmaceutica dello scorso anno. La spesa territoriale, tra farmacie e diretta (senza pay back e senza innovativi) raggiunge i 12.666 milioni di euro e sfonda il tetto programmato di 331 milioni. Quella ospedaliera invece si assesta invece sui 5.353 milioni e sfonda il tetto di 1.549 milioni di euro. Il conto è salato anche per i cittadini che in ogni caso hanno compartecipato al costo dei farmaci per ben 1.521 milioni di cui poco più di 1 miliardo per la quota di differenza di prezzo tra generico e branded e la restante parte come ticket fisso sulla ricetta. La spesa farmaceutica ospedaliera calcolata dall’AIFA ai fini della verifica del rispetto del tetto programmato del 3,5% del Fsn (e quindi al netto della spesa per distribuzione diretta dei farmaci classificati in fascia A, della spesa per vaccini e della spesa per medicinali di fascia C e C-bis e al netto dei pay-back versati dalle Aziende Farmaceutiche a beneficio delle Regioni) è stata di 5.353 milioni di euro e ha sfondato il tetto di ben 1,549 miliardi. Il tetto è stato sfondato in tutte le Regioni, tranne che nella PA di Trento, l’unica che è riuscita a rispettarlo.