IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-03-03
Fumo: al via la campagna degli oncologi meglio smettere
Roma, 3 marzo 2016 – E’ partita da Roma la campagna nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) Meglio Smettere. L’iniziativa vuole informare e sensibilizzare i giovanissimi sui principali rischi per la salute derivanti dal fumo ed la prima dedicata esclusivamente agli adolescenti. E può vantare una testimonial eccezionale: la campionessa di tennis Flavia Pennetta. Oggi al Liceo Ginnasio Statale “Virgilio” il prof. Massimo Jaus (Dirigente Medico IP Chirurgia Toracica del Dipartimento di Chirurgia dell’Ospedale Sandro Pertini) tiene una speciale lezione di prevenzione agli studenti. “Ancora troppi giovanissimi ignorano le insidie del fumo attivo e passivo - afferma il prof. Carmine Pinto presidente nazionale AIOM -. Il 13% dei tabagisti ha preso il pericoloso vizio prima dei 15 anni. Con questo nostro progetto vogliamo incontrare direttamente nelle scuole, e in rete, i ragazzi ed educarli a stili di vita sani. Le sigarette provocano fino al 30% dei casi di cancro e sono uno dei principali fattori di rischio oncologico. Durante la loro combustione sprigionano più di 4000 sostanze tossiche che favoriscono infezioni alle vie respiratorie, asma, bronchite cronica e a lungo andare anche l’insorgenza di tumori, come quello al polmone. La probabilità di sviluppare questa neoplasia è infatti 14 volte maggiore per un tabagista”. Sempre per combattere il tabagismo tra i teenager l’AIOM ha realizzato un opuscolo con Flavia Pennetta che è stato distribuito in migliaia di scuole italiane e un sondaggio nazionale. A breve sarà anche disponibile on line una speciale Web App con un quiz a punteggio che illustrerà tutti i pericoli per il benessere derivanti dal consumo di prodotti a basi di tabacco. La campagna è resa possibile grazie ad un educational grant di MSD ed cominciata ieri al liceo Ginnasio Statale “Terenzio Mamiani” di Roma. Le prossime lezioni nella Capitale si svolgeranno domani al Liceo “Luciano Manara”; l’8 marzo al Liceo “Morgagni” e l’8 e il 10, sempre di questo mese, al Liceo “Ennio Quirino Visconti”. “Smettere con le sigarette è difficile ma non impossibile - conclude il prof. Pinto -. Dopo cinque anni dall’ultima bionda il rischio di carcinoma al cavo orale si riduce del 50%. Dopo un decennio la probabilità di neoplasia polmonare è dimezzata. Oggi grazie alle nuove cure possiamo sconfiggere il cancro. Ma la prevenzione rimane sempre l’arma più efficace contro le patologie oncologiche. Per questo l’AIOM è da sempre impegnata in progetti educazionali che coinvolgono tutte le fasce d’età della popolazione”.