IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2015-12-16
EUROSTAT: i medici italiani sono i più vecchi dell’UE
Roma, 16 dicembre 2015 - Negli Stati dell’Unione Europea aumenta l’età media dei lavoratori della sanità. La quota di medici con più di 55 anni, rispetto al totale dei camici bianchi, è passata dal 24% nel 2003 al 36% nel 2013. L’Italia con il 49% si classifica al primo posto per numero di camici bianchi over 55. Nel range di 40-45% si trovano anche Ungheria, Germania, Belgio, Lettonia, Estonia e Francia. E’ quanto sostiene il report Healthcare personnel statistics – physicians redatto dall’EUROSTAT. Nel 2013, sono stati circa 1,7 milioni di medici che praticano nell'Unione Europea. Il più alto numero complessivo di camici bianchi è stato registrato nel più grande degli Stati membri dell'UE: la Germania (327.000), seguita a distanza da Italia (235 mila), Francia (203.000), Spagna (178.000) e Regno Unito (anche 178 mila). Insieme, questi cinque Stati membri rappresentano i due terzi (67%) del numero totale di medici praticanti nella UE, un numero più elevato della loro quota del 63% della popolazione dell'UE. Sulla base di un confronto in relazione al numero della popolazione, la Grecia ha registrato il maggior numero di medici tra gli Stati membri dell'UE, 627 per 100.000 abitanti nel 2013. Un dato decisamente più elevato rispetto a qualsiasi altro Stato UE, come la Lituania (428) e Portogallo (426;) aveva i prossimi più alti rapporti di medici praticanti di abitanti ed eravamo gli unici altri Stati membri a registrare più di 425 praticanti medici ogni 100.000 abitanti. L’Italia è al settimo posto con quasi 400 medici ogni 100 mila abitanti.